Student Spotlight: Daniela Movileanu, Classe 2019

Ciao a tutti! Mi chiamo Daniela Movileanu, ho 20 anni e questo è il mio secondo semestre alla John Cabot University. Sono nata in Romania, ma vivo in Italia da quando avevo 8 anni. Dopo il liceo ero indecisa se studiare Relazioni internazionali o Filosofia, e così ho scelto la John Cabot, dove ho la possibilità di studiare entrambe. Inoltre, il sistema universitario americano fornisce agli studenti un approccio pratico allo studio grazie alle opportunità di svolgere stage e ricerche in un ambiente multiculturale.

Sono la campionessa italiana di scacchi. Questo mi ha permesso, insieme alla mia media negli ultimi tre anni di liceo, di ottenere un’ottima agevolazione economica, l’Italian Merit scholarship. La John Cabot, infatti, presta molta attenzione sia alla crescita accademica che a quella personale, incoraggiando le attività extracurriculari.

Le mie aspettative sono state soddisfatte in pieno: qui i professori hanno un curriculum d’eccezione e sono molto comprensivi. A dimostrazione di ciò, mi hanno permesso di partecipare a competizioni internazionali di scacchi di due settimane nonostante sia previsto l’obbligo di frequenza. Inoltre, rispondono prontamente alle e-mail degli studenti e alcuni sono pronti a chiarire i nostri dubbi anche al di fuori degli orari di ricevimento.

Questo semestre ho fondato il Chess Club, il club di scacchi, con alcuni amici, e l’Università mi ha sostenuto nel portare gli scacchi alla sua comunità, Grazie a quest’esperienza, ho capito che la John Cabot è come una grande famiglia, in cui professori, staff e studenti sono sempre pronti ad aiutarsi a vicenda.

In poche parole, la John Cabot mi ha consentito di combinare le mie tre passioni, Relazioni internazionali, Filosofia e scacchi, offrendomi un percorso di studio unico nel suo genere. A dire la verità, ormai mi è difficile immaginare i miei anni universitari senza la John Cabot!
Leggi questo post in inglese qui!

Student Spotlight

Menu